Tag

spiritualità

Naviga

Spesso nella concezione moderna, i riti pagani sono visti come mere stregonerie.

In Realtà sono semplici riti, usanze e costumi che si tramandano di generazione in generazioni da secoli e che fanno parte delle credenze e dei costumi popolari.

In particolare oggi vorrei parlare di un rito con la cannella da fare in autunno:

“✨🍂 CROCE DI CANNELLA 🍂✨

🍂☀️ Governata dal Sole la cannella ha il potere di promuovere la spiritualità.

🍂 La Cannella, secondo la forma della magia, può attirare fortuna, salute, successo, protezione e amore. Per mezzo della sua forma in croce che rappresenta i 4 punti cardinali e i 4 elementi, ha una grande forza spirituale e un potere protettivo che si impone sul luogo depositato.

✨🍂 La Cannella è consacrata dal Sole * ed elimina l’oscurità e il negativo del luogo.

🍂🧙🏻 ♀️ CONFEZIONA LA TUA PROPRIA

CROCE DI CANNELLA:

✨🍂 La croce di cannella è uno dei migliori amuleti che possiamo fare. Il suo potere può essere utilizzato a casa, a lavoro e, se non le dispiace l’odore, che amo, può essere portato in un portafoglio o portafoglio.

🍂✨🧙🏻 ♀️ Ti serviranno due bastoncini di cannella grandi.

Uno più lungo dell’altro per dare la forma di una croce.

E quando si rimette in forma, inizia con una liston o un cordone del colore scelto per il rituale ❤️ ROSSO: Amore, 💛 GIALLO: prosperità,

💙 BLU: Salute, 🤍 BIANCO: Protezione

Facendo nove giri.

Ripeti le parole 3 volte mentre tiene le parti:

✨🧙🏻 ♀️ Come il potere dell’aroma della cannella che sgorga dalla terra, quindi allontanati dalla mia casa, i conflitti che causano il male e la discordia tra i miei.

Lo voglio così, così sia fatto. ✨ ✨🧙🏻🏻 ♀️

🍂✨ Appenderai la tua croce dietro la porta principale, il tavolo da lavoro o dove hai bisogno di protezione. Rifare e sostituire dopo aver perso completamente il profumo”.

Credit to: l’Almanacco della strega 🧙🏻‍♀️

Forse non a tutti sarà capitato di poter campeggiare di notte nel bosco.

Certamente molti di voi avranno fatto esperienza di trekking, ma passare la notte in tenda accanto al fuoco è certamente una di quelle esperienze da raccontare nella vita.

A me è capitato diverse volte nel corso della mia esistenza, sia in Italia, sia all’estero e oggi vorrei provare a condividere una riflessione.

Il contatto con la natura è qualcosa che non ha prezzo ed è insostituibile, non a caso, le migliori idee e in generale i momenti più profondi si apprezzano quando si viene a contatto con gli elementi naturali.

Questa sensazione di “illuminazione” deriva dal fatto che il contatto con la natura ci riconnette con glie elementi essenziali, ci spoglia della maschera costruita di convinzioni, attaccamenti, istruzione, cultura e ogni altra costruzione “umana” ricollegando il nostro IO interiore alla parte più ancestrale, naturale, primordiale del nostro essere: la parte naturale, animale, che ci lega alla Madre Terra e alla Natura in generale e che ci permette di ritornare al principio, alla parte più istintiva e più semplice di noi stessi, liberandoci così da costruzioni e permettendo alla mente di fluire e raggiungere dei momenti illuminati.

Il fuoco, è un elemento molto potente e il suo potere rigenerante ed energizzante è matrice di molte credenze, riti e conoscenze di numerose popolazioni nel mondo e i riti intorno al fuoco si tramandano da generazioni e trovano ancora oggi un riscontro nel moderno con continuità.

In particolare, la magia del fuoco è una magia che io amo definire purificatrice in quanto permette attraverso la sua energia di ripulire il nostro spirito.

Questo perché, la sua potenza non risiede solo nella capacità di distruzione della materia che fisicamente è visibile quando un elemento brucia e si disintegra, ma risiede anche nel potere di distruzione delle negatività insite in ognuno di noi a livello energetico-spirituale. Se pensiamo ai pensieri negativi come a delle foglie, il fuoco con la sua energia le distrugge piano piano nutrendosi della loro materia.

Con questa metafora, volevo riportare il concetto che una serata intorno al fuoco, ovunque ci troviamo (sia al mare, sia in montagna) ha avuto per me e come per molti altri, un risvolto terapeutico, e un effetto purificatore sullo spirito, poiché mi ha permesso di purificare il mio campo energetico dalle negatività bruciando i pensieri, le ansie e lo stress come fossero ciocchi di legno arsi dal fuoco.

Con i suoi 300 milioni di praticanti è una delle religioni più antiche e diffuse sul globo.

Non solo una religione, ma anche una filosofia, un sistema di pensiero, una dottrina di vita.

Si fonda sui principi di non attaccamento ai beni materiali, altruismo, la compassione, la pace interiore seguendo gli insegnamenti del Buddha al fine di percorrere la via dell’illuminazione.

Può essere definito secondo diversi punti di vista e in tutti risiede il concetto di triade tra religione, filosofia e sistema di pensiero declinati come concetto di una religione filosofica di pensiero.

La sua peculiarità risiede nella versatilità: si adatta perfettamente alle diverse popolazioni e culture che la praticano e con le quali è entrato in contatto.

Le molte scuole di pensiero che sono presenti al giorno d’oggi e che rappresentano il filone di seguaci si rifanno tutte agli insegnamenti trasmessi per via orale dal Buddha Sakyamuni, lo storico Buddha vissuto circa 2500 anni fa.

Il termine Buddhismo è poco usato in Oriente, dove si predilige il termine Buddhadharma, dove per dharma si intendono la dottrina insegnata dal Buddha e la Via che porta all’illuminazione.

Credit to: https://www.ohga.it/il-buddhismo

Pin It