Tag

fitness in inverno

Naviga

Per tutti gli amanti del Fitness, la stagione invernale spesso viene vista come un ostacolo, soprattutto per coloro che amano allenarsi all’aperto correndo o svolgendo esercizi nelle aree verdi e nei parchi attrezzati a causa delle temperature rigide, del freddo e delle condizioni atmosferiche non sempre favorevoli (pioggia, vento e neve).

In tali condizioni, trovare la giusta predisposizione e la voglia di allenarsi non è sempre facile, maggiormente se si è abituati a svolgerlo all’aperto.

Ovviamente, c’è da tenere conto che con le poche ore di luce rispetto alle stagioni più calde bisognerà sfruttare molto la mattina presto e la pausa pranzo, fino al primo pomeriggio prima del calare del sole.

La mattina presto con il freddo e ancora la poca luce dell’alba sarà impegnativo svegliarsi e trovare la giusta motivazione, considerando che in inverno la pigrizia sopraggiunge più facilmente in quanto siamo spinti a conservare più possibile le energie, proprio perché il nostro corpo è letteralmente in modalità risparmio energetico. Tale modalità, gli consente di fronteggiare il maggior dispendio energetico richiesto, dovuto alle basse temperature.

Tuttavia, sono numerosi i benefici dell’allenamento invernale e con i giusti accorgimenti e una attrezzatura adeguata è possibile allenarsi anche in inverno a pieno regime.

Nella decisione se affrontare o meno un allenamento in inverno all’aria aperta vanno considerarti i seguenti benefici e caratteristiche:

  • LA MOTIVAZIONE

Certamente, se come abbiamo detto la pigrizia incombe in inverno, l’unica arma vincente che abbiamo per fronteggiarla è il condizionamento psicologico. Fissarsi un obiettivo, darsi una scadenza, imporsi un tot di km da fare ad esempio o altro ancora, permettono di trovare la giusta motivazione, che darà la carica necessaria ad affrontare e combattere le poche ore di luce, il freddo e il mood melanconico o letargico tipico della stagione. L’aspetto emotivo e mentale è fondamentale.

  • I BENEFICI FISICI

L’inverno con le sue temperature basse permette di bruciare grassi e perdere peso più facilmente e data le motivazioni comune di molti di voler dimagrire e restare in forma, l’inverno è certamente un complice ben gradito. Difatti, praticare esercizio fisico a temperature basse brucia grasso più velocemente rispetto a quello praticato in condizioni normali, grazie alla attivazione dei depositi del grasso bruno per aumentare la temperatura corporea. Per grasso bruno intendiamo gli adipociti di colore bruno, cellule adipose di minore dimensione e di colore scuro che contengono gocce di trigliceridi (dove per adipociti intendiamo il termine con cui gli studiosi identificano le cellule del tessuto adiposo, o conosciuto come organo adiposo).

  • I BENEFICI PSICOLOGICI

Praticare esercizio fisico e allenamento in inverno ha anche dei risvolti interessanti dal punto di vista della psiche in quanto contrasta il tipico umore malinconico e l’effetto depressivo che la stagione fredda porta con sé, definito dagli studiosi “Winter blues”, anche detto dagli piscologici “Disturbo affettivo stagionale”.

  • ORGANIZZAZIONE

Conosciuti i vantaggi dell’allenamento all’aria aperta in inverno, bisogna tuttavia, pianificare e organizzare al meglio le attività per evitare di partire super motivati e poi lasciare perdere a ad un certo punto concedendosi la tentazione di lasciarsi coccolare dalla combo piumino + tisana.

Per evitare le golose tentazioni è fondamentale creare un calendario, un planning o una organizzazione mentale delle attività sportive da svolgere. In aggiunta, è possibile facilitare la cosa attuando delle piccole strategie o escamotage: ad esempio, se si pratica l’allenamento al mattino presto, svegliarsi e subire lo shock termico dal comodo e soffice piumone caldo alla gelida temperatura del bagno ad esempio non invoglia certamente e per evitarlo, possiamo iniziare la giornata facendo subito una doccia molto calda o bevendo un infuso bollente per invogliare il corpo a svegliarsi e iniziare con il piede giusto.

  • LA GIUSTA COMPAGNIA

Certamente, autoregolamentarsi è importante, ma se riusciamo a farlo con un amico di fitness ancora di più. La giusta compagnia, che stimoli e tenga focalizzati sull’obiettivo anche quando stiamo per mollare o per cedere alla tentazione di rinunciare è un ottimo espediente per tenersi ancorati all’obiettivo. Inoltre, fare sport insieme, in coppia con il proprio partner, con un amico o con un gruppo di amatori, è sicuramente pieno di divertimento e allegria ed è un ottimo motivo per socializzare con persone affini, con gusti similari e con le stesse passioni in comune.

  • OBIETTIVI CHIARI

La ricerca di un obiettivo chiaro e ben distinto aiuta sicuramente nella costanza di allenamento e nel mantenere vivido l’interesse. Per esempio, scegliere una gara specifica e fissare una scadenza per realizzarla è certamente un attimo sprone a lavorare meglio perché ci terrà impegnati a raggiungere l’obiettivo.

  • L’EQUIPAGGIAMENTO

Al di là del focus che vogliamo raggiungere, avere l’equipaggiamento appropriato per combattere il freddo e non sentire fastidi, dolore o sofferenza è sicuramente fondamentale. I runner esperti consigliano a chi pratica corsa all’aperto in inverno di vestirsi a strati: per contrastare l’umidità uno strato di tessuto sintetico, per avere un isolamento termino dal freddo uno strato di lana o pile e per contrastare il vento uno di materiale traspirante. Tenendo conto che la circolazione quando si svolge attività fisica tende a concentrarsi nella zona del tronco è importante proteggere le estremità che subiscono maggiore esposizione al freddo mettendo guanti, cappello e calzini di lana o calzini termici. Vestirsi troppo è allo stesso tempo controproducente, poiché, in caso di alta intensità di allenamento, il corpo tenderebbe a sudare eccessivamente se troppo coperto, perdendo molti liquidi, disperdendo calore e abbassando la temperatura corporea attraverso l’umidità della pelle sudata.

  • IL CLIMA

Le condizioni climatiche sono importanti per monitorare le temperature e capire quando sia il caso di non allenarsi all’aperto. Difatti, non sempre l’eccessivo freddo è un bene, a volte può essere controproducente. In caso di temperature sotto i -15°C è veramente sconsigliato allenarsi, perché le temperature sono troppo rigide e si rischia l’ipotermia. A parte le situazioni estreme suddette, le situazioni con pioggia e vento sono da evitare fortemente. Difatti, l’acqua ha una densità e una capacità termica maggiori dell’aria che gli consentono di allontanare il calore dal corpo 25 volte più velocemente dell’aria. Inoltre, il vento passando sui vestiti umidi lascia filtrare più facilmente l’umidità neutralizzando lo strato di aria calda che circonda il corpo. In tali condizioni è consigliabile andare in palestra o fare un buon allenamento a casa.

Pin It