Tag

capelli

Naviga

In autunno spesso assistiamo ad una significativa ed inaspettata caduta dei capelli dovuta al cambio stagione.

Non è strano, che a seguito dello stress subito dai capelli durante la stagione estiva, dovuto al sole, salsedine, vento, mare, sbalzi di temperatura, si assista in autunno ad una maggiore caduta dei capelli la cui causa principale è l’esposizione al sole che indebolendo la chioma ne predispone la caduta.

Tuttavia esiste comunque una naturale caduta dei capelli stagionale tipica del periodo autunnale che ricorre ogni anno in questo periodo.

Tale fenomeno viene definito “effluvio stagionale” (caduta di capelli stagionale quale fenomeno naturale che colpisce particolarmente in primavera e in autunno).

A questo fattore esterno si somma il naturale ricambio fisiologico dei capelli che avviene di solito tra settembre e novembre.

Tale cambiamento e la relativa caduta sono processi che toccano sia uomini, sia donne e può essere contrastato con differenti cure, rimedi e contromisure naturali e con i giusti prodotti ed accorgimenti.

IL CICLO NATURALE DEI CAPELLI & LA CADUTA DEI CAPELLI STAGIONALE

Come abbiamo definito sopra, la caduta dei capelli stagionale è un fenomeno del tutto naturale.

Si stima che si perdano ogni giorno in media tra i 50 e i 70 capelli, ma in determinati periodi dell’anno, soprattutto nel cambio di stagione si arriva a perderne molti di più.

capelli hanno un loro ciclo vitale che dura in media dai due ai sei anni e si divide in tre fasi:

  • Prima fase, laanagen, è il momento della crescita del capello.
  • Seconda fase, catagen, durante la quale il fusto inizia leggermente a compiere una involuzione.
  • Terza fase, telogen, nella quale il bulbo che si atrofizza e il capello si stacca e cade, per poi rinascere successivamente.

Su un cuoio capelluto sano la gran parte dei capelli si trova in fase anagen, ovvero di crescita. Il rimanente si suddivide tra catagen (la fase di involuzione) e telogen (la fase di riposo, quando cioè il capello cade).

Questa situazione così bilanciata tra le diverse fasi si verifica sempre durante l’anno, tranne nei mesi di gennaio e luglio quando si ha un aumento di strutture che entrano in fase telogen, che ha una durata standard di circa 3 mesi. Al termine di questa fase, ovvero ottobre ed aprile, si possono quindi notare gli effetti dell’aumento della caduta dei capelli.

La capigliatura sia di donne, sia di uomini è quindi soggetta ad un continuo riciclo dei capelli e relativa caduta, che avviene durante tutto l’anno.

Durante i 12 mesi dell’anno si stima che circa il 50 e il 70% dei capelli subisca un ricambio totale, e come suddetto, sebbene avvenga di continuo durante l’anno in alcuni periodi la caduta è più visibile e si intensifica: in primavera e autunno si arriva a perderne circa il 20% in più rispetto ad altri momenti.

LA CADUTA DEI CAPELLI AUTUNNALE: i fattori che catalizzano la naturale caduta

Sebbene in autunno ci sia il naturale ricambio stagionale dei capelli e la loro relativa copiosa caduta, esistono dei fattori catalizzanti che incrementano notevolmente il fenomeno e che con le giuste accortezze possono essere evitati per non incrementare ancora di più il fenomeno naturale della caduta stagionale.

I capelli sono danneggiati dai seguenti fattori con effetto catalizzatore:

  • ESPOSIZIONE AL SOLE: una elevata esposizione ai raggi UV(ultravioletti) può agire sulla nostra chioma rendendo i capelli sfibrati e deboli.
  • SALSEDINE: i frequenti bagni a mare, spesso inevitabili durante l’estate, rendono i capelli secchi e sfibrati causando il cosiddetto “effetto paglia”.
  • CLORO: anche il cloro, come la salsedine tende ad inaridire il capello rendendolo seccodanneggiando soprattutto le lunghezze. In questi casi il consiglio è quello di aiutare i capelli con dei trattamenti specifici che rigenerino e rinforzino i capelli.
  • LAVAGGI FREQUENTI: durante la stagione estiva si tende quasi sempre a passare le proprie giornate in spiaggia e, una doccia a fine giornata è l’unico modo per eliminare la presenza di salsedine. Questo porta ad un continuo lavaggio della cute con prodotti che non sempre sono adattia questa necessità ma che, al contrario, possono ulteriormente peggiorare la caduta dei capelli stagionale. Il segreto è non lavare i capelli troppo frequentemente e scegliere i prodotti adeguati.
  • ALIMENTAZIONE:un regime alimentare squilibrato e povero di sostanze nutritive fondamentali per la nostra cute può influire negativamente sulla salute dei nostri capelli.
  • STRESS:nei periodi in cui siamo particolarmente stressati o abbiamo subito uno shock emotivo, il capello tende ad indebolirsi.
  • FUMO: il fumo modifica la circolazione sanguigna a livello del cuoio capelluto e impedisce l’approvvigionamento dei nutrienti a partire dalla fibra capillare.
  • USO DI PRODOTTI CHIMICI AGGRESSIVItintecoloranti e decoloranti possono causare un diradamento dei capelli. Si consiglia sempre l’utilizzo di prodotti più naturali come l’hennè.
  • IDRATAZIONE: è necessario bere molto per idratare l’organismo e anche la struttura del capello. Se durante l’estate non si sono utilizzati spray protettiviin aggiunta a shampoo e balsamo specifici per il sole è possibile trovare una maggiore quantità di capelli denutriti e disidratati che non ricevendo la giusta idratazione sono morti e caduti.

 

I RIMEDI PER CONSTRASTARE LA CADUTA DEI CAPELLI NEL CAMBIO STAGIONE

Sono diversi gli accorgimenti, prodotti, rimedi e cure naturali che possiamo adottare per contrastare il naturale fenomeno della caduta dei capelli nel cambio stagione.

  • ALIMENTAZIONE & INTEGRAZIONE
  • Per combattere la caduta e supportare l’organismo bisogna portare avanti uno stile di vita alimentare sano e bene bilanciato dimenticando gli sgarri estivi e focalizzandoci su una dieta che includa una buona idratazione (almeno 2 litri di acqua al giorno).
  • È necessario assumere tante fibre, vitamine (in particolare quelle del gruppo B), acido folico, ferro e zinco.
  • Poiché i capelli sono costituiti dal 65% al 95% da proteine, soprattutto cheratina, si raccomanda un’alimentazione ricca di proteine (soprattutto se vegetali poiché antiossidanti).
  • Assumere cibi ricchi di Omega3 aiuta l’organismo notevolmente.
  • Infine, è possibile aiutare l’organismo con il supporto di specifici integratori che combattono la caduta dei capelli e aiutano la neoformazione e il rispristino del cuoio capelluto: integratoriricchi di proteinesali minerali e vitamine.
  • TRUCCHI & ACCORGIMENTI

Già in estate e successivamente anche durante la stagione autunnale avviare dei comportamenti rispettosi del capello può giovare notevolmente.

  • Si raccomanda di non esagerare con i trattamenti aggressivi che possono indebolire i capelli, e si consiglia di mantenere bassa la temperatura dell’asciugacapelli e di evitare l’uso di piastre e arriccia capelli.
  • Evitare i lavaggi con acqua troppo calda poiché, perché stressa il fusto indebolendolo.
  • Non pettinare i capelli da bagnati: possono strappare i capelli.
  • Strumenti naturali: prediligere sempre spazzole e pettini di fibre naturali quali legno o altro ed evitare plastica e metallo in quanto le fibre naturali sono più delicate.

 

  • STILE DI VITA SANO
  • SPORT: certamente, oltre ad una sana e ben bilanciata alimentazione, condurre uno stile di vita sano, con molta attività fisica, meditazione, cura del proprio benessere aiuta fortemente il processo di guarigione e contrasto della caduta stagionale.
  • NON fumare: il fumo danneggia fortemente l’organismo.
  • Buon Riposo: dormire bene aiuta indubbiamente. Un collegamento tra la privazione del sonno e perdita di capelli è stato stabilito dai maggiori esperti di capelli. Durante le ore di sonno i capelli e la pelle ricevono nutrimento; è fondamentale dormire almeno sette o otto ore ogni notte. La mancanza cronica di sonno può portare conseguenze alla pelle e ai capelli.
  • NO STRESS: limitare più possibile lo stress giova a tutto l’organismo e ovviamente anche al fenomeno della caduta.
  • Rivolgersi agli esperti: per ogni dubbio o aiuto è sempre bene rivolgersi agli esperti, che sia il parrucchiere, erborista, farmacista e in primis il medico Tricologo, specializzato proprio nella cura dei fenomeni legati al cuoio capelluto.
  • I PRODOTTI GIUSTI

La cura dei capelli è fondamentale in ogni passaggio, dal lavaggio all’asciugatura e per tale motivo la scelta dei prodotti giusti e soprattutto di ottimo livello e poco invasivi è fondamentale.

  • LAVAGGIO: dopo l’estate i capelli sono indeboliti e sfibrati, per tale motivo si raccomanda di diradare i lavaggi, che rappresentano a tutti gli effetti uno stress per i capelli e di lavarli massimo una/due volte la settimana per evitare di impoverire il film idrolipidico che difende la fibra dalle aggressioni esterne.
  • SHAMPOO: Lo shampoo è essenziale non solo per contrastare la caduta dei capelli in autunno, ma anche per permettere una ricrescita più forte e sana. Si raccomanda la scelta di shampoo idratanti, fortificanti e anticaduta. Un adeguato shampoo di questi tipi deve innanzitutto essere delicato, in modo da poterlo utilizzare con frequenza e non deve contenere solfati o parabeni. Bisogna anche fare attenzione alla quantità, basta pochissimo prodotto in quanto sono molto concentrati e vanno diluiti in acqua prima della applicazione sulla cute. IN tale modo il lavaggio risulta più delicato e non rischia di portare via una quantità eccessiva di sebo, utile per preservare la salute del cuoio capelluto.
  • BALSAMO & MASCHERE: è consigliabile l’uso di balsamo e di maschere nutrienti, fortificanti, idratanti molto concentrate specialmente le maschera ristrutturante a base di burri e oli vegetali, ceramidi e cheratina. Se si vuole raggiungere un effetto ancora più soddisfacente bisogna applicare il trattamento idratante (che sia una maschera o un balsamo) in maniera più mirata nelle lunghezze e lasciare in posa per 5-10 minuti.
  • SCRUB: Utile, un paio di volte al mese, effettuare uno scrub al cuoio capelluto, che purifica e stimola i bulbi a produrre più velocemente nuovi capelli.
  • FIALE ANTICADUTA: se la caduta è tangibile, è consigliabile integrare la detersione con delle fiale anticaduta.

Se il problema della caduta non è eccessivo e non si necessitano cure specifiche prescritte da uno specialista tricologo vi riportiamo altri rimedi e cure naturali che possono essere di aiuto.

I RIMEDI NATUALI

  • OLIO DI COCCO: è un olio ricco di antiossidanti e vitamine (soprattutto la E), con proprietà emollienti e nutritive. Per questo motivo è amico dei nostri capelli. Si consiglia di utilizzarlo tramite impacchi che andranno a nutrire i capelli: sciogline un quantitativo indicato per la tua lunghezza dei capelli, diluiscilo con qualche goccia d’acqua e spalmalo sul cuoio capelluto e sulle lunghezze. Tieni in posa per un paio d’ore, 2/3 sono più che sufficienti. Ed infine lava i capelli, anche più di una volta se vedi che rimane un effetto oleoso.
  • HENNE’: è l’estratto utilizzato dalle donne orientali per tingere i capelli, con una azione fortificante. Come si utilizza: per preparare l’impacco basta aggiungere dell’acqua all’hennè finché non si forma un impasto denso. Una volta fatto l’impasto, questo va applicato sia sulla cute che sulle lunghezze. L’impacco può essere fatto 3-4 volte al mese. Perché utilizzare l’hennè: l’hennè è in grado di riequilibrare la cute e donare un effetto volumizzante e lucidante. I capelli vengono nutriti e rinforzati. Se usato con costanza diventa un ottimo e nutriente balsamo naturale.
  • UOVO: le uova promuovono la ricrescita grazie ai loro alti livelli di proteine (soprattutto la cheratina). Maschera all’uovo: una maschera all’uovo è un ottimo rimedio naturale per la perdita dei capelli. Mescola un uovo ed aggiungi un cucchiaio di olio d’oliva in una ciotola. Dopo aver lavato i capelli con lo shampoo, lascia riposare la maschera sui capelli umidi con una cuffia da doccia per almeno 10 minuti. Infine, risciacqua abbondantemente i capelli e se vuoi puoi lavarli con un balsamo idratante.
  • SEMI DI LINO: le proprietà dei semi di lino sono molteplici; la ricchezza di questi semi, ricavati dalla pianta di lino, deriva da numerosi nutrienti. Oltre a normalizzare la produzione di sebo rende il capello più morbido ed è un ottimo balsamo per le doppie punte. Maschera ai semi di lino: per preparare una maschera il primo passo è mettere i semi di lino in una ciotola piena d’acqua e lasciarli in ammollo per una notte intera. Infatti, se lasciamo i semi di lino nell’acqua, questi rilasceranno una sostanza gelatinosa ricchissima di nutrienti, ed è proprio questo l’elemento segreto che renderà i tuoi capelli morbidi e voluminosi. Al mattino seguente dovrai far bollire il tutto in un pentolino per 5 minuti. Successivamente sarà necessario filtrare il contenuto con un colino. Quindi, aggiungere (se si vuole) un olio essenziale profumato all’arancio o al limone ed infine applicare la maschera sui capelli bagnati, subito dopo lo shampoo. Lasciare in posa per almeno 5 minuti e poi risciacquare.

ALTRI RIMEDI: i trucchi salva-chioma

Per mantenere i tuoi capelli sani, forti e ben ancorati è bene seguire una routine che preveda una serie di accorgimenti: ecco per te qualche utile strategia salva-chioma!

  1. Non pettinare i capelli sotto la doccia! Il capello quando è bagnato tende ad essere elastico e quindi più incline a spezzarsi con la presenza di nodi difficili da sciogliere.
  2. Una volta lavati, i capelli non vanno strofinati ma tamponati con un asciugamano, meglio ancora avvolgerli in un turbante.
  3. Quando asciughi i capelli mantieni il phon il più distante possibile e se puoi asciuga solo la chioma lasciando le punte bagnate così da evitare eccessivo calore.
  4. Eliminare la piastra: impara ad amare i tuoi capelli anche al naturale.
  5. Sostituisci le spazzole di ferro con quelle con le setole naturali.
  6. Non tentare di districare i nodi strappandoti i capelli, la fase dello spazzolamento deve essere molto delicata per scongiurare la caduta dei capelli.
  7. Evita di utilizzare gli elastici fatti con parti in ferrogomma o plastica in quanto tendono ad aggrovigliare i capelli ed a spezzarli. Riscopri gli scrunchies.

 

 

 

 

APPENDICE

FAQ: le domande più frequenti sulla caduta dei capelli

Quanto dura la caduta dei capelli in autunno?

La condizione di caduta di capelli stagionale normalmente è fisiologica e quindi, in genere, dura poche settimane. Se però si nota che la caduta dei capelli tende a protrarsi, ci si potrebbe trovare in presenza di una caduta anomala.

Quanti capelli si perdono al giorno in autunno?

Mediamente si stima che ciascuno arrivi a perdere tra i 50 e i 70 capelli al giorno, ma nel periodo autunnale la caduta dei capelli tende ad intensificarsi.

Come prevenire la caduta dei capelli in autunno?

Si possono adottare piccoli e semplici accorgimenti in grado di prevenire la caduta di capelli: fare una dieta equilibrata, massaggiare il cuoio capelluto, mantenere la frequenza degli shampoo con prodotti delicati, risciacquare abbondantemente i capelli e in caso di caduta di capelli in tempi normali si consiglia un trattamento anti-caduta.

Perché in autunno cadono i capelli?

I capelli hanno un loro ciclo di crescita che durante l’autunno e la primavera tende ad accelerare a causa del cambiamento climatico. In questi casi la perdita dei capelli è dovuta al “rinnovamento”. Esistono anche altri fattori responsabili della caduta dei capelli come la predisposizione genetica, la risposta dell’organismo agli ormoni, le diete drastiche che causano numerose carenze di sostanze nutritive, stress prolungato e l’uso di alcuni farmaci.

Cosa fare per evitare la caduta dei capelli?

È possibile agire sul problema assumendo integratori alimentari. Per quanto riguarda l’alimentazione bisogna privilegiare frutta e verdura di stagione, tutti i pesci ricchi di Omega 3latticiniuova e legumi. Infine, in questo periodo, i capelli non andrebbero mai lavati troppo spesso e, in aggiunta, è consigliabile utilizzare prodotti delicati e specifici.

Come curare i capelli in autunno?

Shampoo specifici o integratori possono essere utilizzati sia quando la caduta dei capelli è stagionale, sia quando è legata a fattori come stress, stanchezza o scompensi ormonali, per cui l’organismo ha bisogno di rimettersi in forma.

Il lavaggio frequente dei capelli influisce sulla loro caduta?

Lavare i capelli spesso, anche tutti i gironi, non fa male e non influisce sulla caduta dei capelli. È però necessario utilizzare shampoo adeguati, in base alla propria cute e ai propri capelli, evitando prodotti aggressivi.

Cosa deve contenere un integratore per essere davvero efficace contro la caduta dei capelli?

Diversi studi hanno dimostrato che la biotina è una vitamina fondamentale per la salute dei nostri capelli e della nostra cute. La sua carenza può portare infatti ad una perdita incontrollata dei capelli, nettamente superiore a quella fisiologica a cui siamo abituati. Tra i sali minerali, lo zinco è in particolarmente efficace per rafforzare i capelli. La Camelia Sinensis, conosciuta comunemente come tè verde, apporta innumerevoli benefici in tutto il nostro organismo, capelli compresi. Il tè verde può prevenire efficacemente la perdita dei capelli sia nelle donne che negli uomini. Infine i semi di lino, ricchi di Omega 3 sono un perfetto alleato per le chiome rovinate e stressate. Sono infatti ottimi per curare la salute del capello secco e crespo, proprio perché hanno funzioni emollienti e protettive.

Una nuova tecnica da poco uscita per le schiariture perfette si chiama Foliayage ed è ideale per chi volesse preservare le luminosità della chioma estiva per la stagione invernale.

Questa new entry per l’inverno 2022, come tutte le tecniche ormai famose di shatush, balayagè e degradè, è una di quelle tecniche di schiaritura con effetto sunkissed che dona luminosità naturale al viso esaltando ed addolcendo i lineamenti.

Il nome, sembra richiamare il foliage autunnale (effetto d’orato delle foglie autunnali) ma in realtà nasce dalla fusione di due tecniche di schiaritura; il balayage e gli highlights indicata per le clienti in cerca di tonalità chiare e fredde abbinate all’effetto delicato del balayage fondendo la tecnica a mano libera di questo ultimo con la precisione degli highlights.

Richieda poca manutenzione con ritocco ogni 6 mesi attraverso l’applicazione di un tonalizzante per ravvivare e illuminare il colore.

La tecnica consiste nella selezione di alcune ciocche sulle quali si applica il colore a mano libera (come per il balayage) e tali sezioni sono avvolte in cartine o “foils” che accelerano il percorso di schiaritura per ottenere un effetto più luminoso e brillante.

La novità è la modalità di applicazione di questi foils, che permette di ottenere schiariture incisive ed audaci con un effetto naturale sulla radice.

Spesso sentiamo dire che la cura dei capelli sia fondamentale per avere una chioma sana e bella.

In commercio esistono moltissimi rimedi e cure e prodotti atti alla cura dei capelli, spesso molto costosi. Tuttavia, anche i vecchi rimedi naturali della nonna o un approccio più naturale è possibile per ottenere un effetto di salute/bellezza.

Per chi volesse curare, sanare o semplicemente mantenere bella, sana e forte la propria chioma, proponiamo un rimedio facile e veloce da applicare due volte alla settimana e dei consigli aggiuntivi da seguire per un’azione rinforzante.

Rimedio naturale:

  • Un cucchiaio di succo di limone (potete usare quello già liquido in boccetta pronto all’uso)
  • Un cucchiaio di miele
  • Un cucchiaio di olio di mandorla
  • Un tuorlo d’uovo

Mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola di plastica facile da lavare di quelle utilizzate per le tinte o i trattamenti fino a che non avranno creato una miscela densa e molto corposa.

Una volta che il composto è pronto si deve iniziare a spargere il composto con l’aiuto di un pennello a spazzole setose (di quelli utilizzati per le tinte e trattamenti) prima sulle radici, sezionando la testa con un pettine in righe, e poi su tutte le lunghezze, coprendo tutta la capigliatura.

Infilare i capelli in cuffia per massimizzare l’effetto nutriente attraverso il calore che si genera all’interno di essa e tenere in posa per almeno 30 minuti (raccomandiamo più tempo possibile, più a lungo si tiene, più nutriente sarà l’effetto).

Risciacquare sotto l’acqua abbondantemente e poi lavare normalmente.

Altri rimedi naturali:

  • Mangiare molti legumi (ceci, fagioli, lenticchie)
  • Mangiare molta frutta, verdura e passate/minestroni

Il sogno di ottenere una capigliatura con capelli lunghissimi, setosi, morbidi, fruscianti e lucenti che incornicino il viso e diano quell’allure da Dea sofisticata è un sogno ricorrente di ogni ragazza.

Il pericolo delle fantomatiche doppie punte è certamente uno di quegli incubi ricorrenti per chi anela a questo tipo di capigliatura.

Difatti, sebbene tutti pensino che tagliarli ogni 3-4 non li faccia crescere, in realtà permette di rimuovere tutta la parte rovinata dei capelli che sarebbe naturalmente caduta o si sarebbe frastagliata a causa dell’azione di erosione degli agenti esterni (clima, sole, phon, spazzola, trattamenti) e di donare al capello quella condizione sana e fisiologica che incentiva il percorso di crescita.

Non a caso, i maggiori parrucchieri consigliano di tagliare i capelli di qualche centimetro regolarmente.

Dato per assodato che non esistano delle tecniche miracolose per far crescere i capelli, perché la crescita dipendano da diversi fattori quali salute di capelli e cute, un ambiente favorevole, dai prodotti che si usano, di seguito riportiamo una lista di consigli utili per ottenere capelli sani e lunghi evitando così di tagliarli troppo spesso:

  • Spazzola adeguata: per il trattamento ottimale dei capelli lunghi, soggetti a nodi che potrebbero strapparsi, si consiglia l’uso di una spazzola e pettine fatti da fibre naturali (legno o bambù ad esempio)
  • Utilizzo di vitamine: D soprattutto, amminoacidi, proteine e sali minerali. La loro assenza può impedire il ricambio cellulare e la conseguente crescita dei capelli. Si consigliano inoltre, Omega 3, tuorlo d’uovo, e l’acido folico.
  • Sole e smog: gli agenti atmosferici sono molto dannosi e se conosciamo gli effetti del sole sulla pelle che va protetta con dei filtri solari, dobbiamo pensare che i capelli necessitano ugualmente di prodotti schermanti come degli olii protettivi.
  • Piastra e Phon: sono altamente distruttivi per i capelli e vanno limitati più possibile poiché tirano e spezzano le lunghezze. Al loro posto si può portare un asciugamano a turbante per una decina mi minuti, per togliere l’acqua in eccesso post lavaggio e poi dare una sciugata veloce con poco phon a temperatura bassa (le temperature troppo elevate sono una fonte di calore troppo forte che brucia i capelli) senza utilizzare la spazzola ma pettinando i capelli con le dita delle mani (ovviamente avendo districato precedentemente i capelli con pettine e districante pre-piega)
  • Applicare sempre una maschera e un balsamo: è fondamentale idratare i capelli sia su cute sia su lunghezze. Per i capelli lunghi, meno ricchi sulle lunghezze di grasso naturale l’idratazione è ancora più importante.

Pin It