Tag

bellezza zero waste

Naviga

Con l’arrivo del nuovo anno arrivano anche le nuove tendenze e stili in molti settori, dalla moda, al design e non in ultimo anche nel settore Beauty, Estetica e Cosmesi.

È interessante notare come ogni anno vi siano nuove invenzioni, stili bizzarri o ritorni di grandi classici più amati dal pubblico.

Il 2022, a seguito dei due anni della pandemia sarà certamente caratterizzato da uno stile semplice e comunque orientato al naturale.

Difatti, come è accaduto nei due anni precedenti, l’impossibilità di uscire, l’obbligo di indossare sempre la mascherina e la forte riduzione di occasioni di vita sociale, mondana, di eventi e incontri, ha ridotto notevolmente la capacità espressiva artistica in termini di makeup, che adattandosi ai fenomeni sociali del momento ha dovuto ricorrere ad un look meno elaborato, di semplice applicazione, di gestione pratica (non potendo uscire eravamo chiusi in casa).

Se è vero che la moda segue le tendenze sociali, anche il makeup e il mondo beauty si adattando ad esse.

Non a caso, nel 2022 si trattano temi quali l’ecosostenibilità e la cura di sé in maniera più approfondita al fine di riscoprire in ottica più naturale e attenta all’ambiente il mondo beauty.

Il trend del 2022 sembra essere incentrata al glow, alla luminosità, naturale, mettendo in risalto gli occhi e le labbra con colori caldi e conferendo molta luminosità all’incarnato.

Il mantra dell’anno si focalizza sulla rinascita e sulla celebrazione della bellezza.

Vediamo di seguito i trend principali del makeup del 2022:

  • LA CURA DELLA PELLE

Il must fondamentale del 2022 sarà la cura della pelle soprattutto per renderla più luminosa.

Questa tendenza alla cura della pelle deriva dal precedente trend del 2021 (lo skinimalismo dall’ingelse skinimalism), un nuovo modo di concepire l’ordine dei prodotti e la cura del rituale skincare, secondo il quale, si poneva massima attenzione alla cura della pelle con dei prodotti multitasking che potessero attuare più processi insieme, al fine di snellire sia per numero di prodotti, sia per tempo impiegato, la routine di skincare quotidiana, che spesso veniva tralasciata perché troppo elaborata e con troppe fasi, certamente non adatta a chi di mattina ha poco tempo per prepararsi.

Se prima della pandemia si tralasciava la cura del derma e si ricorreva a ritocchi o coperture, nel corso degli ultimi due anni, a causa dello smart working e del Covid, è aumentato il tempo libero a casa da dedicare alla cura della pelle.

Inoltre, le tendenze che si sono sviluppate negli ultimi anni sono sempre più orientate ad una visione minimal della vita e delle sue conseguenti risorse, dove less is more, e con una attenzione particolare all’impatto sull’ambiente, focalizzandosi anche nel settore beauty ad una bellezza green zero waste (bellezza ecologica con zero sprechi).

Il grande vantaggio della politica skin minimalist è che sia facile e adattabile a tutti.

Nondimeno, negli anni precedenti difatti, spesso si abusava del trucco per coprire le imperfezioni della pelle, ci si concentrava su un trucco appariscente e correndo di corsa a lavoro, spesso di fretta, con poco tempo libero a disposizione, non si dava il giusto peso o non si aveva letteralmente il tempo, di dedicarsi alla cura della pelle.

Con il nuovo anno il focus sarà la skincare, fondamentale dai 40 anni in su, con una attenzione particolare ai trattamenti viso al fine di ottenere look sempre più naturali, con l’obiettivo di portare avanti il concetto di bellezza smart e green.

Non a caso, si sta sempre di più valorizzando la perfezione della pelle, rispetto agli abbellimenti che in passato venivano concepiti come il focus principale sui quali concentrarsi (contouring, sfumature occhi, labbra o ciprie, fard e illuminanti).

Si predilige la scelta di pochi prodotti, curativi, naturali e ad impatto ambientale zero, rispetto ai trend del passato che invogliavano la consumatrice allo shopping compulsivo di tanti prodotti sempre diversi sponsorizzati dal mondo beauty per seguire la moda del momento.

  • TRUCCO NUDE: FOCUS SULLA BASE

Il trucco, in particolare, sarà focalizzato sulla base, ossia il primo strato applicato come substrato con il focus preciso di luminosità e perfezione e verrà concepito non più come forma coprente di strati imperfetti o come solo miglioramento dell’effetto visivo, ma come vera e propria cura.

Si punta ad un vero e proprio look nude e il fondotinta sarà il protagonista indiscusso per ottenere la giusta base, non tanto glow, luminosa, ma più matte.

  • ECOSOSTENIBILITA’

Un tema ricorrente, ereditato dal 2021 che si riconferma anche in questo 2022.

Tutti i brand del mondo beauty sono sempre più indirizzati in ottica green alla scelta di materie prime, prodotti e soluzioni per il packaging e per la sponsorizzazione dei prodotti a zero impatto ambientale, senza sprechi, in ottica sostenibile.

Molto forte è la tendenza a proporre prodotti riciclabili, con minor spreco possibile, soprattutto per i prodotti di rossetti e saponi ora proposti in formati condensati, salva spazio e senza necessità di utilizzo di acqua come solvente.  Si propongono anche l’utilizzo di imballaggi di alluminio o materiali riciclabili per una vasta gamma di prodotti (detergenti viso, shampoo, conditioner, profumi e sapone mani) molto pratico per chi viaggia spesso e necessita di confezioni piccole.

  • PRODOTTI NATURALI

Un altro trend che si rafforza ancora è la scelta di materiali e ingredienti sempre più naurali e bio sentetici. In italia, una indagine condotta dall’Osservatorio Beauty L’Oréal, ha portato alla luce l la crescente attenzione delle donne italiane per i prodotti naturali e green in media più alta del resto dell’Europa (71% contro il 64%).

  • IL COLORE

Protagonista indiscusso dell’anno sarà il trucco occhi con focus sul COLORE, con una particolare attenzione agli ombretti che saranno molto accesi e con una tendenza al color blocko multicolor energy: l’utilizzo di più colori accesi insieme a blocco con risalto ai colori del blu, i toni dell’acqua, che ricordano ed evocano i fondali marini e i blu violacei.

Una curiosità: Il colour block è la tendenza di abbinare capi monocolore in contrasto fra di loro e trae ispirazione dal mondo dell’arte: colori a contrasto fra di loro trovano il giusto abbinamento fra vestiti, scarpe e borse e nel nostro caso, makeup.

Tale accostamento di colori di una palette audace vogliono mettere in risalto la forte personalità della donna rigorosa, ma allo stesso tempo con una visione anche al futuro, più colorata appunto.

Si prediligono anche l’uso di glitter e ombretti metallizzati.

  • POTERE AL VIOLA: IL VERY PERI

Un altro fondamentale elemento nel panorama del 2022 sarà certamente il VIOLA, chiamato Very Peri (blu pervinca) scelto dalla Istituzione del Pantone Institute per rappresentare l’anno del 2022.

Il Pantone Color Institute è un servizio di consulenza all’interno di Pantone (azienda statunitense specializzata in tecnologie per la grafica); che attua previsioni sulle tendenze cromatiche mondiali e fornisce consigli alle aziende in merito al colore nell’identità del marchio e nello sviluppo dei prodotti, per un’applicazione e integrazione del colore come risorsa strategica.

Il Very Peri sarà protagonista del trucco occhi ed è un colore jolly, in quanto si adatta a qualsiasi tipo di colore delle iridi.

L’unica attenzione è per chi ha molte occhiaie violacee, in quanto la applicazione del viola sulle palpebre tende a enfatizzarle, per questo, si consiglia l’utilizzo di un correttore giallo se tendono al viola e di un arancio se tendono al blu in quanto, essendone i colori completai, tendono a stemperarli.

  • ROSSETTI

Tornando in gran voga i rossetti con tutto il loro splendore, soprattutto i colori decisi sia shimmer sia matt (luccicanti o opachi) con l’intento di ritrovare nel colore una leggerezza e spensieratezza che negli ultimi due anni è andata scemando.

  • SOPRACCIGLIA SAVAGE

Per quanto riguardo il tema sopracciglia, questo 2022 le desidera selvagge e pettinate all’insù e in caso non fossero folte di natura si consiglia invece l’utilizzo del microblading o un disegno preciso con brow, pen e matite.

  • LABBRA ANNI ‘90

La tendenza per le labbra sarà anche quelle di averle molto calde, sui toni del marrone con una ombreggiatura sottolineando il contorno più scuro con una matita, ma senza avere uno stacco netto tra il contorno e l’interno, prediligendo un effetto appunto sfumato.

  • BLUSH VIOLA

Quest’anno il viola sarà protagonista anche del make-up di zigomi, tempie e guance. Il fard in crema color viola è un vero must have dell’anno tanto da diventare virale anche sui social, per la sua facile adattabilità a tutti gli incarnati.

Pin It