Tag

acido tricloroacetico

Naviga

Tra la miriade di prodotti presenti nel mercato della cosmesi e in medicina estetica, si annovera un interessante prodotto innovativo, utilizzato per la biostimolazione dei tessuti senza l’utilizzo di aghi, definito spesso come nuovo TRATTAMENTO ANTI AGING ALTERNATIVO.

Visto l’arrivo della primavera è’ importante ricordarsi di programmare un trattamento di rinnovamento cutaneo che prepari la pelle per l’estate.

Una corretta idratazione cutanea è difatti fondamentale per garantirsi un utile serbatoio d’acqua in previsione dei mesi più caldi, nonché, per favorire un’abbronzatura più sicura e uniforme.

Per una biorivitalizzazione dai risultati sorprendenti si può sperimentare il trattamento PRX-T33: il peeling in grado di migliorare la pelle rendendola più luminosa, più liscia e soda, producendo un “effetto lifting” senza aghi né bisturi.

Di seguito tutti i dettagli.

DEFINIZIONE & CARATTERISTICHE[1]

Il PRX-T33 è trattamento non invasivo e indolore, corrispondete ad un peeling che favorisce la rigenerazione cutanea e rende la pelle più liscia, compatta e luminosa senza utilizzo di aghi né bisturi.

Consiste in un gel a base di acido tricloroacetico al 33% (TCA) combinato con perossido di idrogeno (H2O2) e con acido cogico al 5%, che applicato con un particolare massaggio permette di ristrutturare i tessuti, grazie all’azione dell’acido tricloroacetico che innesca nei fibroblasti e nel collagene un vero e proprio processo rigenerativo.

Questo trattamento di medicina estetica che utilizza un mix di sostanze (composto da acido tricoloroacetico (al 33%) in combinazione con acido cogico e perossido di idrogeno (acqua ossigenata)) è una valida alternativa alla biorivitalizzazione iniettiva.

Tale soluzione così composta, permette all’acido tricoloroacetico di penetrare più rapidamente nel derma senza danneggiare la pelle stessa, ma stimolando invece, la rigenerazione cutanea e riducendo gli effetti più aggressivi del peeling (come l’esfoliazione dell’epidermide).

L’azione simultanea delle diverse azioni dei tre acidi permette di ottenere dei benefici sul derma non indifferenti:

  •  L’Acido Cogico è un agente schiarente e depigmentante la cui funzione è inibire le pigmentazioni post infiammatorie.
  • L’acqua ossigenata a bassa concentrazione promuove la riparazione delle ferite, interviene nel rimodellamento della matrice extracellulare e modula l’infiammazione.

L’effetto del PRX-T33 è stimolare la cute in profondità con risultati apprezzabili fin dalla prima applicazione, senza provocare gli effetti collaterali tipici dei peeling a elevato contenuto di Acido Tricloroacetico.

Il trattamento non è doloroso e non necessita dell’interruzione della vita di relazione. Stimola il derma senza esfoliare l’epidermide.

Durante e dopo il trattamento non si è soggetti ad infiammazione, arrossamenti e infiammazioni, né fotosensibilità.

Fornisce un’importante idratazione profonda.

La pelle appare subito più turgida e levigata.  Se ripetuto settimanalmente stimola la sintesi di nuovo collagene.

Può essere utilizzato come unico trattamento o può essere associato ai più comuni trattamenti di medicina estetica in quanto ne migliora l’efficacia.

Nonostante si ottengano benefici migliori applicando il trattamento come preparazione della pelle ai mesi estivi, Il PRX-T33 può essere realizzato durante tutto l’anno, adattandosi a tutti i tipi di pelle.

BENEFICI & VANTAGGI[2]

Molteplici sono i benefici che il trattamento fornisce tramite la biorivitalizzazione cutanea:

  • Il peeling PRX-T33 è utile per ridurre le macchie della pelle, le striature, il melasma e le cicatrici da acne o varicella
  • Si tratta di un trattamento medico non invasivo che non utilizza né aghi né bisturi
  • E’ raccomandato come trattamento basico per potenziare i benefici di altri trattamenti quali filler di acido ialuronico o laser.
  • In molti casi i risultati sono immediatamente evidenti
  • E’ pressoché indolore e adatto a tutti i tipi di pelle
  • aiuta a combattere la lassità cutanea del viso e del corpo
  • Il trattamento non provoca la comparsa di ematomi o arrossamenti cutanei
  • Stimola chimicamente il derma senza produrre esfoliazione dell’epidermide
  • Può essere effettuato in ogni periodo dell’anno, anche durante l’estate
  • E’ adatto a chi si avvicina per la prima volta alla medicina estetica
  • Il ritorno al sociale è immediato

Vantaggi in breve:

  • Rassodamento cutaneo palpabile
  • La pelle appare tonica e levigata
  • È una biorivitalizzazione senz’aghi
  • Non infiamma
  • Non arrossa
  • Non esfolia
  • Non provoca dolore
  • Non richiede l’interruzione della vita di relazione
  • Non fotosensibilizza, quindi si può effettuare anche in estate
  • Indicato per viso, collo, décolleté, mani, corpo
  • Indicato per tutti i sessi, a partire dall’adolescenza

Indicato per:

  • Per levigare l’epidermide e facilitare la rimozione di comedoni e pustole
  • Nel trattamento dell’acne attiva e dei suoi esiti cicatriziali
  • Negli esiti cicatriziali da varicella
  • Prevenzione dell’invecchiamento cutaneo
  • Iperpigmentazioni cutanee solari e senili
  • Ringiovanimento di viso, collo, décolleté e dorso delle mani
  • Prevenzione e trattamento del rilassamento della cute del seno
  • Trattamento della cute ipotonica
  • Miglioramento delle smagliature

 TRATTAMENTO & MODO D’USO[3]

La tecnica di applicazione sostituisce le “punturine” e si tratta di un massaggio profondo che il medico esercita, utilizzando guanti in nitrile, secondo le linee di tensione elastica dei tessuti.

L’acido tricloroacetico (TCA) al 33% che penetra nell’epidermide innescando il processo di rigenerazione cutanea, è un prodotto in grado di stimolare e levigare la pelle in profondità.

La seduta ha una durata di circa 20/30 minuti dopo di che si può tornare immediatamente a svolgere le proprie attività quotidiane.

Nei giorni successivi al trattamento potrebbe verificarsi una leggera esfoliazione superficiale.

E’ consigliato sia alle donne che agli uomini di qualunque età.

Più nello specifico il trattamento si svolge in diversi passaggi:

  • Il medico deterge la cute con una soluzione apposita, la P Solution, un detergente a base di acido glicolico, acido lattico (azione esfoliante) acido lactobionico, acido citrico (azione esfoliante e chelante del ferro), acido fitico (azione chelante del ferro) e sodio ascorbilfosfato (antiossidante).
  • La detersione con la P Solution, uniformando il pH e riducendo lo strato corneo, migliora la penetrazione del prodotto.
  • Dopo aver tamponato la cute viene applicato il PRX-T33 che penetra nella pelle dolcemente.
  • Il medico esegue da 1 a 5 applicazioni, verificando a mano a mano la reazione cutanea, fino al raggiungimento di un turgore palpabile.
  • La zona trattata viene quindi sciacquata con acqua.
  • Al termine del trattamento con PRX-T33 stende la Crema Nutriente e Idratante Viso per pelli secche e l’ICP Cream, una crema cosmetica colorata, con filtro solare protettivo SPF50+, per uniformare il colore della pelle senza accentuarne le rughe.

RISULTATI[4]

risultati, sono visibili già dalla prima seduta, per un risultato più stabile nel tempo, è necessario ripetere le sedute ogni 2-3 settimane per almeno 4-6 volte.

Il trattamento idrata a fondo e tonifica la pelle di viso, collo e décolleté, attenuando anche i segni del tempo rughe, macchie e cicatrici. Le zone in cui trova maggiori indicazioni, oltre al viso nella sua totalità, sono il collo, dove spesso sono presenti quelle antiestetiche rughe circolari, e il decollété che presenta maggiormente i segni dell’invecchiamento cutaneo, quali pieghe longitudinali, cute poco idratata, macchie scure e capillari dovute, spesso, ad una esposizione solare esagerata.

Efficace anche sulla cute rilassata del seno, è anche un ottimo trattamento per l’acne in fase attiva, grazie alla presenza dell’acqua ossigenata che svolge un’azione antibatterica portando ad un netto miglioramento già dalla prima seduta.

I principali vantaggi del trattamento sono: indolore e non invasivo, si può fare anche d’estate poiché non è foto sensibilizzante.

 Il POST INTERVENTO[5]

Si consiglia l’applicazione, secondo la prescrizione medica, di crema nutriente e idratante viso per pelli secche 2 volte al giorno per i primi 3 giorni.

Proseguire poi con l’applicazione 1-2 volte al giorno della crema nutriente e idratante viso per pelli secche o miste in relazione al tipo di pelle.

Dal giorno successivo al trattamento con PRX-T33 applicare una volta al giorno, mezz’ora prima della crema nutriente e idratante, il fluido levigante. Nonostante il trattamento non sia fotosensibilizzante si prescrive l’uso giornaliero della foto protezione SPF50 tramite ICP cream.

Nei giorni successivi al trattamento potrebbe verificarsi una leggera esfoliazione superficiale.

CONTROINDICAZIONI[6]

  • Allergia all’acido cogico
  • Gravidanza o allattamento
  • Cute irritata/irritabile
  • Dermatite seborroica
  • Eruzioni cutanee o herpetiche in atto
  • Recente rasatura/ceretta
  • Utilizzo di isotretinoina che deve essere sospesa 15 giorni prima del trattamento.

[1] Dott.ssa Sibilla Focchi

Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo

Dottor Michele Buratto

[2] Dott.ssa Sibilla Focchi

Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo

Dottor Michele Buratto

[3] Dott.ssa Sibilla Focchi

Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo

Dottor Michele Buratto

[4] Dott.ssa Sibilla Focchi

Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo

Dottor Michele Buratto

[5][5] Dott.ssa Sibilla Focchi

Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo

Dottor Michele Buratto

[6] Dott.ssa Sibilla Focchi

Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo

Dottor Michele Buratto

Pin It