In autunno spesso si ha la percezione che non vi siano tante cose da fare soprattutto per il tempo piovoso, le giornate corte e il mood malinconico.

In realtà con la stagione autunnale è possibile fare diverse attività.

 Di seguito vogliamo illustrare alcuni spunti carini di cui ho esperienza diretta o indiretta:

  • Gite fuori porta nei borghi: molto interessante è visitare numerosi borghi medievali che in autunno assumono un aspetto ancora più aulico e solenne a mio avviso. Vicino Roma, suggerisco di visitare
    • Viterbo: borgo molto bello, caratteristico e importante. Oltre che dal punto di vista storico, Viterbo è affascinante per la cucina e per alcune festività molto carine.
    • Calcata: piccolo borgo medievale a nord di Roma, nella quale è consigliabile andare nel periodo di Halloween in quanto è rinomato per essere la città delle streghe, molto affascinante e suggestiva. Si narra infatti che a Calcata vi abitassero numerose streghe conosciute e potenti. Ancora oggi il luogo è intriso di magia e fascino esoterico. Numerosi sono i negozietti e botteghe dove poter ammirare, comprare o semplicemente apprezzare la miriade di oggettini magici e legati alla magia. Per gli amanti dei gatti, la città è invasa da mici di strada bellissimi che ricordano il legame antico e potente di questi splendidi felini con le streghe e che si lasciano accarezzare e avvicinare con naturalezza. In caso di appetito, suggerisco di prenotare uno dei tanti buonissimi ristoranti del posto con un po’ di anticipo guardando i più gettonati tra Trip Advisor, in quanto sono sempre pieni e spesso si rischia di non trovare posto. La cucina locale è molto buona e con specialità tipiche del posto assolutamente da assaggiare.

Consiglio inoltre, di visitare Calcata anche seguendo la passeggiata lungo un sentiero prestabilito al di fuori del borgo che passa in mezzo a casette, bosco e sentieri fino ad arrivare ad un belvedere meraviglioso che dà su una vallata stupenda. Per il parcheggio consiglio di parcheggiare nel parcheggio classico dove porta il navigatore e fare un bel pezzo a piedi seguendo il percorso panoramico suggestivo suggerito dai cartelli e segnalazioni verso il centro del borso.

  • Parco Valle del Treja: nei pressi di Calcata, sempre a nord di Roma, questo Parco naturale con una valle molto grande, offre numerosi percorsi per trekking, passeggiate in bici (meglio la mountain bike in quanto vi sono strade di campagna- montagna) e la visita alle Cascate del Monte Gelato (molto belle e con un percorso facile da seguire anche per famiglie e bambini). Consiglio l’uso della app Wikiloc e Komoot per ottenre dritte sui percorsi migliori sia per trekking, sia in bici.
  • Civita di Bagnoregio: piccolo borgo Medioevale in provincia di Viterbo, viene chiamato la “Città che muore” in quanto si trova sopra uno strato di roccia di una piccola montagna (colle tufaceo) destinato a crollare a causa della continua erosione da parte di vento e pioggia. Per arrivare a questa cittadina bisogna percorrere un lungo ponte e un precedente tragitto a piedi passando per le vide del borgo limitrofo. Vi è una piccola tassa da pagare all’entrata e al suo interno è possibile mangiare ed acquistare souvenir e prodotti tipici molto caratteristici. Il borgo merita davvero in quanto è una vera bomboniera e il panorama sulla vallata è molto particolare in quanto è costituito da montagne che sembrano disegnate grazie all’erosione degli agenti atmosferici
  • Funghi e castagne: castagne e funghi sono frutti di stagione da raccogliere appunto in autunno. Sempre in provincia di Roma, vi sono diversi boschi sia al nord, sia in Zona Castelli dove una gita nel bosco con famiglia e amici alla ricerca di castagne e funghi potrebbe diventare una esperienza davvero bella e divertente. Ancora meglio, se a fine gita ci si ferma in uno dei tanti buonissimi ristoranti sulla via dei Laghi ad esempio, dove un bel risotto ai funghi o una fettuccina renderanno la giornata ancora più saporita
  • Cascatelle di Civitavecchia: anche questo luogo è molto bello in autunno. Sono delle cascatelle molto carine da visitare, nelle quali si può fare anche un bagno (per i più coraggiosi viste le temperature fredde dell’acqua) e raggiungibili seguendo un bel percorso paesaggistico nel bosco della durata di 5 h, seguendo l’anello prestabilito del percorso attraverso fiumiciattoli, ruscelli e diverse cascate.

 

 

 

Scrivi un commento

Pin It